Il morbillo in Italia sparirà nel 2045 (se gli adulti non si vaccinano)

Il vaccino è gratuito

Il problema riguarda principalmente gli adulti: molti non sono stati vaccinati da bambini e non hanno avuto la malattia, quindi sono a rischio contagio (soprattutto le persone che oggi hanno tra 25 e 40 anni). Il morbillo si trasmette molto facilmente e non è da sottovalutare: in alcuni casi può evolvere in complicanze gravi. Secondo i ricercatori, se si vaccinassero i maggiorenni non immunizzati si potrebbe sconfiggere la patologia in tempi molto più rapidi, entro il 2030. In Italia l’iniezione gratuita è prevista tra i 12 e i 15 mesi di età e per i bambini non immuni che frequentano la scuola, fino a 16 anni. In realtà, grazie al Piano di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita, il vaccino è offerto a chiunque non l’abbia già ricevuto da piccolo. Il punto è che l’età media delle persone contagiate si sta alzando e oggi in Italia è di 27 anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *