Ex fumatori, «candeline virtuali» per festeggiare il loro successo




La mappa digitale europea con le candeline virtuali degli ex fumatoriLa mappa digitale europea con le candeline virtuali degli ex fumatori
La mappa digitale europea con le candeline virtuali degli ex fumatori

Conto alla rovescia

Nel conto alla rovescia che separa dal 30 ottobre 2015, gli ex fumatori e tutti gli appartenenti alla comunità di iCoach potranno festeggiare i loro successi accendendo una scintilla sulla mappa digitale d’Europa. Potranno anche utilizzare la mappa per invogliare tutti i loro cari a imitarli a smettere di fumare. La mappa finale d’Europa con tutte le scintille sarà svelata a Bruxelles il 30 ottobre dal Commissario Europeo per la Salute e la Sicurezza Alimentare Vytenis Andriukaitis: «Essendo un cardiologo ho potuto constatare personalmente i terribili effetti dell’uso del tabacco – dice il Commissario -. Ho anche perso due dei miei fratelli a causa di malattie fumo correlate. Non dimenticherò mai la sofferenze che hanno dovuto patire». «Il tabacco è responsabile di circa 700 mila morti evitabili ogni anno nell’Unione Europea – aggiunge Vytenis Andriukaitis -. Una politica rigorosa di controllo dell’utilizzo del tabacco, supportato da iniziative per accrescere la consapevolezza, come “Gli Ex Fumatori sono Irresistibili”, sono vitali per migliorare la salute pubblica nell’Unione Europea. Smettere di fumare è un successo di cui essere orgogliosi, un risultato che può cambiare la vita. Celebreremo il 30 ottobre migliaia di ex fumatori che splendono in tutta Europa. Mi congratulo con tutti loro, sono un’ispirazione per tutti coloro che stanno combattendo per smettere».


<!–
–>
Ecco i metodi più collaudati per smettere di fumare

Tutti i danni del fumo, dai tumori all?impotenza


I benefici

L’edizione 2015 di iCoach (piattaforma digitale disponibile sia online sia come applicazione mobile per i dispositivi Apple e Android, disponibile nelle 23 lingue dei 28 paesi membri UE) lanciata a febbraio ha già contato 26.296 nuove registrazioni. A partire dal 2011, il 36% degli utenti iCoach hanno dichiarato di aver smesso di fumare entro tre mesi da quando hanno iniziato ad utilizzare la app. Degli oltre 12milioni di fumatori in Italia (25,3% uomini e 19% donne), 26.517 si sono registrati su iCoach, dal lancio della campagna fino al 31 dicembre 2014, e il 33% di loro ha smesso di fumare dopo tre mesi. Grazie a nuove funzioni e con l’implementazione di quelle preesistenti, il tool online e mobile aiuterà un numero ancora più alto di fumatori incalliti a dire addio alle sigarette. Il vizio del fumo è costato alla società europea circa 544 miliardi di Euro nel 2009, nella sola Italia si parla di circa 7,5 miliardi di Euro spesi dalla Sanità nazionale per curare malattie fumo-correlate (in Italia, circa 70 mila persone muoiono ogni anno per malattie fumo correlate).

<!–
–>
Da 20 minuti a 20 anni: come cambia il corpo quando si smette di fumare

Un percorso lungo 20 anni


Più impegno da parte degli operatori

Il professor Giacomo Mangiaracina, docente alla facoltà di Medicina e Psicologia, Università Sapienza di Roma, presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione e direttore responsabile della Rivista Tabaccologia sottolinea: «Nel corso della mia vita professionale ho aiutato più di trentamila fumatori a smettere creando metodologie, promuovendo la ricerca e formando operatori. Se tutti gli operatori della salute si impegnassero nell’aiutare i pazienti fumatori a liberarsi dalla dipendenza dal tabacco, avremmo realizzato il migliore Obiettivo Salute del secolo. Il tabacco è l’unico prodotto di libero commercio che uccide i due terzi dei suoi consumatori con 10-12 anni di anticipo. Da questa follia sociale dobbiamo uscire e ogni sforzo di Governi e organizzazioni è indispensabile per raggiungere il migliore obiettivo possibile, fino al Tobacco Endgame, l’eliminazione di questa piaga dall’Europa e dal mondo».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *