Coronavirus, come funziona in contagio: parte dai giovani ma poi arriva ai deboli (gli anziani)

Il monitoraggio settimanale dell’andamento del coronavirus in Italia, la cui relazione, come ogni venerdì, è stata appena pubblicata da Istituto Superiore di Sanità (ISS) e Ministero della Salute, ha evidenziato un aumento dell’età media dei nuovi positivi.

In Italia sale l’età media

Si tratta sempre di soggetti “giovani” e infatti l’età media attuale è di circa 35 anni: «In particolare – si legge nel report -, le persone con una età maggiore di 50 anni sono nel periodo 24/8-­6/9 circa il 28% dei casi; queste erano poco più del 20% nelle due settimane precedenti. Sebbene la circolazione nel periodo estivo sia avvenuta con maggiore frequenza nelle fasce di età più giovani, in un contesto di avanzata riapertura delle attività commerciali (inclusi luoghi di aggregazione) e di aumentata mobilità, ci sono ora segnali di una maggiore trasmissione sul territorio nazionale in ambito domiciliare/familiare con circolazione anche in persone con età più avanzata».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *